4. Nuovi suffissi per i nomi di dominio Internet

Che cosa s'intende per nuovi gTLD?

I nuovi gTLD sono domini Internet di primo livello la cui gestione è stata delegata dall'ICANN dal 23 ottobre 2013 nel quadro della prima tornata di creazione di nuovi suffissi per i nomi di dominio Internet. Sul sito dell'ICANN si trova un elenco di tutti i nuovi gTLD delegati finora.

Elenco dei gTLD delegati dall'ICANN

Informazioni generali relative ai nuovi gTLD e informazioni dettagliate concernenti le condizioni imposte dall'ICANN ai nuovi gestori del registro figurano sul sito Internet dell'ICANN.  

ICANN: new gTLDs

Chi è responsabile della creazione dei nuovi gTLD? Qual è il ruolo dell'UFCOM?

La creazione di nuovi nomi di dominio generici di primo livello (gTLD) compete all'ICANN. Le candidature vanno inoltrate a questa società californiana durante dei periodi ben definiti. La Svizzera e la sua Amministrazione non sono direttamente coinvolte nel processo di candidatura, possono tuttavia opporsi a una candidatura o presentare una candidatura concorrente qualora fosse in gioco l'interesse pubblico del nostro Paese. In seguito al trattamento delle eventuali opposizioni, in definitiva sta all'ICANN decidere se attribuire o meno il gTLD al candidato. 

L'UFCOM informa gli ambienti interessati in quanto agli sviluppi nel campo dei nomi di dominio. 

In quanto società privata svizzera, è sensato chiedere un nome di dominio gTLD presso l'ICANN?

Ogni società dovrebbe analizzare le opportunità, i rischi e i costi che implicano nuovi gTLD per i propri affari, la propria reputazione e quella dei propri prodotti o delle proprie prestazioni. Si tratta in particolare di considerare la creazione potenziale di estensioni tematiche o generiche (ad es. .banca, .finanza, .orologi, .shop, ecc.) e l'eventuale utilizzo da parte di terzi di suffissi identici o simili al nome di un prodotto o di una marca della propria società. Occorre inoltre considerare i costi di realizzazione e d'esercizio dei servizi di registro nonché le competenze e le risorse necessarie a tale scopo. 

Quali sono le spese che un gestore del registro candidato deve assumersi?

Per creare un nuovo dominio occorre considerare i seguenti costi:

  • le spese di trattamento del dossier di candidatura, lavoro che può richiedere un consiglio esterno;
  • la tassa di valutazione da versare all'ICANN al momento della deposizione della candidatura (US$ 185'000 per una prima valutazione al momento della prima tornata avviata del 2012);
  • le spese di realizzazione del progetto;
  • le tasse annue incassate dall'ICANN (US$ 25 000 e eventualmente 0.25 US$ per ogni nome di dominio registrato);
  • le spese ricorrenti di gestione dei servizi di registro. Le società che forniscono servizi di registro (Registry Services) sono in grado di fornire indicazioni precise a tale riguardo.

Quali sono in linea di massima gli obblighi di un gestore del registro?

Il gestore del registro deve mettere a disposizione i servizi di registro secondo le condizioni imposte dall'ICANN. Il modulo 5 dell'"Applicant guidebook" e il suo allegato forniscono informazioni dettagliate concernenti gli obblighi del gestore del registro.

Chi può chiedere un nuovo gTLD?

L'ICANN definisce i criteri d'eleggibilità e le condizioni per l'ottenimento di un nuovo gTLD. Le candidature devono essere presentate presso l'ICANN durante i periodi definiti. Il candidato dovrà dimostrare all'ICANN di possedere le necessarie capacità tecniche, organizzative e finanziarie per allestire ed esercitare servizi di registro.

Quando posso deporre la mia candidatura per un nuovo nome di dominio?

La prima fase di inoltro delle candidature si è svolta tra gennaio e maggio 2012. L'ICANN pubblicherà sul suo sito web i periodi in cui sarà possibile presentare ulteriori candidature.

È possibile inoltrare più candidature?

In linea di massima, sì. Ogni candidatura sarà però oggetto di una procedura di valutazione distinta da parte dell'ICANN. Le spese di valutazione (US$ 185'000 per una prima valutazione al momento della prima tornata avviata nel 2012) dovranno inoltre essere versate per ogni singola candidatura.

Che tipo di nomi possono essere richiesti per un nuovo gTLD?

Fatta salva una lista di eccezioni (soprattutto nomi di Paesi) stabilita dall'ICANN, i candidati possono inoltrare domanda per qualsiasi sequenza di caratteri. Può trattarsi di una definizione tematica (ad es. banca, turismo), di una marca, un nome geografico o di una comunità. L'ICANN respingerà tuttavia una candidatura avente per oggetto una definizione che potrebbe portare a confusione con un TLD già esistente.

Quali caratteri possono comprendere i nomi o le definizioni dei nuovi gTLD?

I nomi dei nuovi gTLD possono comprendere caratteri latini, accentuati e provenienti da alfabeti non latini (IDN, Internationalized Domain Name, nome di dominio internazionalizzato, ad es. i caratteri mandarini, cirillici o arabi). Non sono autorizzati i gTLD composti da sole cifre.

Quali sono le esigenze concernenti la lunghezza dei nomi dei nuovi gTLD?

I nomi dei nuovi gTLD possono essere composti da 3 a 63 caratteri.

Posso chiedere l'attribuzione di un nome di dominio geografico che ha uno stretto legame con il nostro Paese?

Le candidature per i nomi di dominio geografici dovranno essere inoltrate all'ICANN con un documento che conferma il sostegno da parte dell'autorità competente.

La Confederazione inoltrerà domanda per taluni gTLD geografici (.svizzera, ecc.)?

La Cancelleria federale è responsabile dell'elaborazione di una politica di coordinamento per la difesa e/o la registrazione di gTLD e di nomi di dominio la cui estensione presenta un interesse nazionale.

Nel 2012, la Confederazione ha deciso di presentare una candidatura per il nome di dominio .swiss. L'obiettivo è tutelare gli interessi del Paese e di evitare che questa estensione possa essere monopolizzata o abusata da terzi.

Quale è il diritto applicabile alle relazioni tra il gestore del registro e l'ICANN, tra il gestore del registro e i centri di registrazione nonché tra i centri di registrazione e i loro clienti (titolari di nomi di dominio)?

Queste relazioni sono disciplinate da contratti di diritto privato stipulati tra le parti menzionate. Per quanto riguarda le relazioni tra l'ICANN e un gestore del registro, a priori viene applicato il diritto californiano.

Quali sono i dispositivi messi in atto per tutelare i titolari dei diritti (di proprietà intellettuale)?

Durante la valutazione delle candidature, i titolari dei diritti hanno la possibilità di opporsi a una candidatura rivolgendosi all'organo di composizione delle controversie definito dall'ICANN. I titolari i cui diritti di proprietà intellettuale risultano violati possono pertanto presentare opposizione via e-mail (in lingua inglese) al Centro di arbitrato e mediazione dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI). Per maggiori informazioni al riguardo si rimanda al sito Internet di questo organismo. Per una consulenza professionale in merito ai contenziosi tra nomi di dominio e marchi vogliate rivolgervi a un rappresentante in materia di marchi. Le opposizioni inoltrate sono trattate nel quadro di una procedura di risoluzione delle controversie (cfr. modulo 3 della guida ICANN).

D'altronde, i nuovi registri devono mettere in atto meccanismi che consentono ai titolari dei diritti di:

  • avere la priorità di registrare un nome di dominio nel nuovo gTLD durante un periodo detto "sunrise";
  • risolvere qualsiasi conflitto concernente i domini comunitari con un nuovo gestore del registro ricorrendo alle procedure "Post-Delegation Dispute Resolution Procedure" (PDDRP) o "Registration Restriction Dispute Resolution Procedure" (RRDRP) ;
  • difendersi contro le registrazioni di nomi di dominio di secondo livello ritenuti abusivi in ogni nuovo gTLD creato, tramite un sistema di sospensione rapida di un nome di dominio (URS) o ricorrendo alla procedura "classica" UDRP;
  • registrare i propri marchi presso una camera di compensazione (clearinghouse), servizio al quale ogni gestore del registro dovrà fare capo obbligatoriamente nel quadro delle procedure di composizione delle controversie.

Il Governo svizzero può difendere la mia causa di candidato o di oppositore a un nuovo dominio presso l'ICANN?

Il Governo svizzero può intervenire solo se è in gioco un interesse pubblico. Gli interessi privati vanno difesi dalla parte che si ritiene lesa, direttamente presso l'ICANN o i servizi di composizione delle controversie secondo le procedure definite dall'ICANN, o intentando una causa davanti a una giurisdizione statale competente.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/home/digital-und-internet/haeufige-fragen/domain-namen/5-neue-domain-endungen-fuer-das-internet.html