Acquisto all'estero di impianti di radiocomunicazione per uso privato

Quando si viaggia all'estero o si naviga in Internet, ci si imbatte spesso in offerte interessanti per dispositivi wireless come droni, telefoni cellulari, giocattoli telecomandati, ecc. In determinate circostanze, però, questi possono causare interferenze in Svizzera. La presente scheda informativa mostra a cosa si deve prestare attenzione quando si importano impianti di radiocomunicazione per uso privato.    

Impianti di radiocomunicazione: nella legislazione svizzera si parla di impianti di radiocomunicazione. Il termine include dispositivi senza fili (wireless) come droni, telefoni cellulari o apparecchi radio.
 
 

Se acquisto un apparecchio all'estero chi è responsabile di verificare che rispetti le norme svizzere?

Se importate un apparecchio senza fili dall'estero, siete personalmente responsabili della sua conformità alle disposizioni svizzere. L'importazione di un impianto radio non conforme è un reato per il quale deve essere pagata una multa. La lista di controllo (check-list) contenuta in questa scheda informativa vi può aiutare a verificare alcuni aspetti importanti.

Chiunque acquisti un impianto di radiocomunicazione in Svizzera può presumere che i produttori e i venditori abbiano già preso le misure necessarie per garantire che l'apparecchio sia conforme alle disposizioni svizzere. 

 
 
Conformità/conforme: rispetta le disposizioni di legge
 
 

Cosa devo sapere per poter utilizzare un apparecchio in Svizzera?

Su quali frequenze può essere utilizzato un apparecchio spesso non dipende da regolamentazioni internazionali ma nazionali. In Svizzera questa informazione è contenuta nelle cosiddette prescrizioni d'interfaccia. Prima di accendere un dispositivo, occorre leggere queste prescrizioni e verificare se il dispositivo le soddisfa.

Prescrizioni d'interfaccia: le prescrizioni d'interfaccia descrivono se e come un impianto di radiocomunicazione può essere utilizzato in Svizzera. Contengono inoltre informazioni sulle restrizioni all'uso di determinate frequenze, infatti, per l'utilizzo di alcuni impianti radio è necessaria una concessione a pagamento. Questi aspetti vanno considerati al momento dell'acquisto. L'uso di frequenze non conformi alle prescrizioni può causare interferenze con altri impianti o servizi di telecomunicazione. Prescrizioni tecniche applicabili alle interfacce (RIR) 
 
 

Come posso verificare la conformità di un dispositivo che voglio acquistare all'estero? (check-list)

Passo 1

Prestare attenzione al contrassegno di conformità (CE) e alla dichiarazione di conformità. 

 
Contrassegno di conformità europeo
  • Il marchio CE è presente sull'imballaggio e sull'apparecchio?
  • L'imballaggio o le istruzioni per l'uso contengono la forma abbreviata o completa di una dichiarazione di conformità (DC)?
 
 
 

Passo 2

Chiedere al venditore una dichiarazione di conformità dell'apparecchio.

  • La dichiarazione di conformità contiene le seguenti informazioni?
 
 
*

Sulla dichiarazione di conformità si possono trovare anche le seguenti informazioni:

  • Definizione dell'impianto di radiocomunicazione a fini di tracciabilità; può includere un'immagine a colori sufficientemente chiara che identifichi l'apparecchio.
  • "L'organismo notificato .... (nome, numero di identificazione) ha .... (descrizione del suo intervento) .... e rilasciato il seguente certificato di esame UE del tipo..."
  • Descrizione degli accessori e dei componenti, compreso il software, che consentono all'impianto di radiocomunicazione di funzionare come previsto dalle disposizioni e che sono coperti dalla dichiarazione di conformità UE.
 
 

Passo 3

Controllare se l'impianto di radiocomunicazione si trova nella lista degli apparecchi non conformi: Apparecchi non conformi.
Attenzione: gli apparecchi che non figurano in questa lista non sono necessariamente conformi. La lista viene regolarmente aggiornata.

Passo 4

Chiedere al venditore informazioni su:

  • frequenze o gamma di frequenza del dispositivo,
  • potenza di trasmissione dell'impianto radio.

Passo 5

Confrontare le indicazioni relative alla frequenza e alla potenza di trasmissione con le prescrizioni d'interfaccia.
Prescrizioni tecniche applicabili alle interfacce (RIR) 

 
 

Cosa faccio se uno o più punti della lista non sono rispettati?

  • Se non ottenete queste informazioni, potete presumere che l'impianto di radiocomunicazione molto probabilmente non rispetta le norme. In questi casi, vi consigliamo di rinunciare all'acquisto.
  • Se i punti 1 e 2 della lista non sono soddisfatti (contrassegno di conformità mancante e dichiarazione di conformità incompleta o mancante), l'impianto di radiocomunicazione non è conforme alla legge e non può quindi essere introdotto in Svizzera. Un impianto non conforme può causare interferenze con altri impianti e servizi di radiocomunicazione.
  • Se avete dubbi, contattateci. Sulla base delle vostre informazioni, possiamo dirvi se il piano nazionale di attribuzione delle frequenze consente l'applicazione desiderata.
 
 

In che modo l'UFCOM controlla gli apparecchi importati?

L'UFCOM collabora con l'amministrazione delle dogane. Quest'ultima informa regolarmente l'UFCOM sugli apparecchi senza filo importati. Se un apparecchio sembra non essere conforme, viene intercettato già alla dogana e inviato all'UFCOM per un'ispezione. L'apparecchio non è quindi consegnato al cliente. Se viene accertato che il dispositivo non è conforme, chi ha acquistato il dispositivo deve aspettarsi conseguenze finanziarie.

 
 

Basi legali

Conformemente all'ordinanza sugli impianti di telecomunicazione (OIT) tutti gli impianti di radiocomunicazione devono rispettare alcuni requisiti essenziali.

Il rispetto di questi requisiti serve a proteggere persone e oggetti, ad esempio per evitare interferenze con altri impianti e servizi di telecomunicazione. In caso di interferenze l'UFCOM deve determinarne la fonte, ciò può avere conseguenze finanziarie per chi le ha provocate. Le norme che devono essere rispettate da tutti dovrebbero anche garantire una concorrenza leale tra i produttori.

Questi requisiti sono riconducibili alla trasposizione nell'OIT delle disposizioni della direttiva UE 2014/53/EG (Radio Equipment Directive / RED). Conformemente agli accordi bilaterali con l'UE, gli impianti di radiocomunicazione che rispettano le disposizioni della direttiva UE possono essere immessi anche sul mercato svizzero.

Un impianto di radiocomunicazione da utilizzare in Svizzera deve quindi essere da un lato conforme (vale a dire rispettare le disposizioni svizzere) e, dall'altro, utilizzare la frequenza corretta in base alle prescrizioni tecniche delle interfacce.

In questa scheda informativa ci limitiamo alle esigenze della legge sulle telecomunicazioni. Non vengono trattati altri requisiti legali, come quelli relativi alla composizione chimica o alla sicurezza elettrica, che non rientrano nelle competenze dell'UFCOM.

Ordinanza sugli impianti di telecomunicazione (OIT): definisce i requisiti da rispettare in caso di vendita di un apparecchio. Determina, inoltre, le modalità della funzione di vigilanza dell'UFCOM.
Legge sulle telecomunicazioni (LTC): regolamenta la trasmissione di informazioni mediante telecomunicazione, compresa la trasmissione di programmi radiotelevisivi (ad eccezione degli aspetti su cui la legge federale del 24 marzo 2006 sulla radiotelevisione LRTV dà altre disposizioni).
Rivendita: Se vuole importare un impianto radio per rivenderlo, è tenuto a rispettare ulteriori requisiti (vedi scheda informativa). 
 
 

Contatto

Ufficio federale delle comunicazioni

Zukunftstrasse 44
CH-2503 Biel/Bienne

Tel.
+41 58 460 55 11

info@bakom.admin.ch

Altri contatti

Stampare contatto

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/home/geraete-anlagen/merkblaetter/kauf-von-funkanlagen-im-ausland-fuer-den-eigengebrauch.html