Storie di Internet: un fumetto per non cadere nelle trappole di Internet

Come evitare le disavventure in rete? Un fumetto dell'Ufficio federale delle comunicazioni illustra le precauzioni di base da adottare nel mondo virtuale. Le "Storie di Internet" sono disponibili su carta, in formato PDF o online su www.thewebsters.ch. Stanno riscuotendo un buon successo soprattutto come materiale didattico nelle scuole, non solo in Svizzera ma anche in Belgio, Canada, Germania o ancora in Bosnia, dove il fumetto è stato tradotto nelle tre lingue nazionali.

Le "Piccole storie di Internet" raccontano le avventure online della famiglia Webster attraverso 15 aneddoti che mirano a sensibilizzare la popolazione sull'utilizzo responsabile e consapevole di Internet. Si rivolgono a tutte le generazioni e trattano problemi di varia natura come il sexting, il mobbing, la dipendenza da Internet, la vulnerabilità dei computer, le applicazioni a pagamento, gli abbonamenti truffa e i dati personali. L'intenzione non è quella di intimorire l'utente di Internet, ma di sensibilizzarlo, con un pizzico di ironia, sui possibili pericoli di Internet permettendogli di adottare un comportamento adeguato.

Disponibile nelle quattro lingue nazionali e in inglese, il fumetto sta riscuotendo un grande successo in Svizzera, dove viene spesso usato come materiale didattico nelle scuole. Ma l'interesse per questa pubblicazione travalica i confini nazionali: è infatti anche stata tradotta in bosniaco, serbo e croato per essere distribuita nelle scuole della Bosnia.

Scoprite le "Storie di Internet" online sul sito www.thewebsters.ch

È possibile scaricare la versione pdf e ordinare gratuitamente alcune copie cartacee.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/digitale-e-internet/comunicazione_digitale/storie-di-internet.html