UFCOM Infomailing 47

Edizione del 10.04.2018 

.swiss! Ora sappiamo davvero da dove venite

Da due anni l'UFCOM offre alle imprese e alle organizzazioni la possibilità di mostrare in tutta semplicità con un indirizzo .swiss l'origine e la qualità svizzere nel proprio Paese e all'estero. Tanti settori svizzeri di successo, come l'industria orologiera, gli importatori di auto come anche le birrerie, sfruttano già questa possibilità.

Rafforzare la governance digitale globale

Nel dicembre 2017 si è tenuta a Ginevra la dodicesima edizione del Forum delle Nazioni Unite sulla governance di Internet (IGF). Si tratta della più grande piattaforma al mondo di discussione sulla digitalizzazione al mondo aperta a tutte le parti interessate. L'IGF, e offre un'occasione unica per discutere le sfide attuali con tutti gli attori coinvolti e capire come orientare gli sviluppi in materia di cibersicurezza, economia digitale, libertà di espressione e manipolazione dei processi democratici. Dal Forum è emerso che occorre una maggiore governance digitale a livello globale: si tratta ora di concretizzare le proposte presentate.

Il futuro canone radiotelevisivo in breve

Il 4 marzo di quest'anno il popolo svizzero ha deciso di mantenere il canone radiotelevisivo. Le economie private e le imprese continueranno quindi a contribuire al finanziamento delle radio e delle televisioni locali, regionali e nazionali. A partire dal 1° gennaio 2019, la maggior parte di loro pagheranno di meno grazie all'introduzione di un nuovo sistema di riscossione più semplice ed efficace. Qui di seguito vi spieghiamo come e perché.

Proteggere le onde venute dal cielo

In quanto settore dell'astronomia, la radioastronomia osserva le onde radio emesse o assorbite dai corpi celesti. Si occupa quindi di frequenze e in tal senso rientra anche nell'ambito di competenza dell'Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM, incaricato del coordinamento delle frequenze a livello nazionale e internazionale per la Svizzera. Gli specialisti dell'UFCOM fanno pertanto parte di una commissione di studi dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni responsabile delle questioni legate alla radioastronomia. Uno di loro ha partecipato a una conferenza tenutasi negli Stati Uniti.

Verifica dell'identità di un sito Internet: DNSSEC in via di rinnovamento

Uno degli elementi di base per la sicurezza dei nomi di dominio Internet deve essere aggiornato a livello mondiale. Secondo lo scadenzario pubblicato il 1° febbraio 2018, le chiavi per la creazione della firma DNSSEC (Domain Name System Security Extensions) della zona root (root zone) del sistema dei nomi di dominio (DNS, Domain Name System) devono essere rinnovate entro l'11 ottobre 2018.

Internet a banda larga per tutti

Secondo le cifre attuali, nel 2020 saranno ancora oltre due miliardi le persone senza accesso a Internet. Un gruppo di esperti di alto livello della Broadband Commission for Sustainable Development (Commissione per la banda larga per lo sviluppo sostenibile), presieduto dal direttore dell'UFCOM, intende colmare questa lacuna e permettere a tutti i cittadini di accedere ai vantaggi della digitalizzazione formulando raccomandazioni concrete ai politici, alle autorità di regolamentazione e al settore privato.

Inosservanza delle prescrizioni per i riflettori LED

In seguito a una campagna di sorveglianza sul mercato quasi la metà dei riflettori LED esaminati sono stati ritirati dal mercato europeo e svizzero. Nel 2017 la Svizzera ha partecipato, insieme agli Stati membri UE e SEE, a un progetto in cui è stata verificata l'osservanza delle prescrizioni UE per i riflettori LED. È stata controllata la sicurezza elettrica, la compatibilità elettromagnetica e il rispetto delle prescrizioni amministrative.

Una tabella di marcia per la presidenza svizzera della Rete francofona dei regolatori dei media (Réseau Francophone des Régulateurs des Médias – REFRAM)

Eletto alla presidenza della Rete francofona dei regolatori dei media (REFRAM) per il 2018 e il 2019, l'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) coordinerà la realizzazione dell'ambiziosa tabella di marcia decisa dalle istituzioni appartenenti alla Rete per i prossimi due anni. Dirigerà in particolare i lavori di riflessione sul controllo dei mandati di servizio pubblico dei media, basandosi su uno studio comparativo che si svolgerà nei 27 Paesi membri di REFRAM.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/informazioni-dell-ufcom/ufcom-infomailing/bakom-infomailing-47.html