Evoluzione della domanda di servizi di roaming dei consumatori svizzeri

Nel 2018 l’andamento della domanda variava a seconda del servizio roaming. Per quanto concerne la frui-zione del servizio voce in roaming, analogamente agli anni precedenti si è registrata una tendenza al rialzo: è aumentata la percentuale di chiamate a tariffa standard mentre è diminuita quella delle chiamate effet-tuate tramite un’opzione tariffaria. I consumatori svizzeri hanno nuovamente richiesto un numero di servizi di roaming dati nettamente superiore rispetto agli anni precedenti. Mentre le cifre relative all'invio di SMS in roaming continuano a calare.  

Chiamate in roaming

Nel 2018 sono state effettuate conversazioni in roaming per una durata complessiva di 350.3 milioni di minuti in uscita e di 164.6 milioni di minuti in entrata; rispetto al 2017 ciò corrisponde a un aumento del 29.6 per cen-to per le chiamate in uscita e del 21.4 per cento per le chiamate in entrata. I minuti di conversazione comples-sivi (chiamate in entrata e chiamate in uscita) sono aumentati del 26,8 per cento. La maggior parte delle chia-mate è stata effettuata nell’area UE/SEE (UE + Norvegia, Islanda e Liechtenstein); quelle verso la Svizzera (tariffa standard e opzione) rappresentano una quota significativa delle chiamate in uscita (v. figura sottostan-te).

 
Minuti effettivi di chiamate in uscita, standard vs opzione

Nel 2018 la maggior parte dei clienti svizzeri in roaming (84,1 %) ha telefonato a tariffe standard, ossia senza riduzioni offerte da opzioni. Il ricorso a un’opzione tariffaria per ottenere tariffe in roaming più contenute è tendenzialmente diminuito negli ultimi sei anni (v. figura sottostante), infatti dal 2013 la media annua è scesa dal 42.3 per cento al 15.9 per cento. Questo andamento potrebbe essere riconducibile alla crescente preferen-za per i abbonamenti che includono interamente o parzialmente nel prezzo il roaming internazionale nell’area UE/SEE, rendendo così superfluo l’acquisto di un’opzione per quest'area.

Scelta dei piani tariffari per i servizi voce, standard vs opzione

Le figure sottostanti mostrano l’evoluzione delle chiamate in entrata e in uscita dal 2013. Tutti i servizi di roa-ming seguono un andamento stagionale simile (v. SMS e dati più sotto): nel terzo trimestre (periodo delle vacanze estive) registrano il picco mentre nel primo e nel quarto trimestre i valori più bassi dell’anno.

Servizi voce, telefonate in uscita, totale dei minuti effettivi di conversazione in milioni di minuti
Minuti effettivi di chiamate in entrata, standard vs opzione

SMS e dati in roaming

Nel 2018 si contano 115 milioni di SMS inviati e un volume di dati pari a 5392 milioni di MB in upload e in down-load (v. figura sottostante). La diminuzione del volume di SMS si è attestata al 10 per cento circa, per contro i servizi dati hanno registrato un aumento del 43 per cento. Rispetto al raddoppio degli anni precedenti, la cre-scita è stata quindi un po' più lenta. I servizi SMS e dati in roaming sono i più utilizzati all’interno dell’area UE/SEE, e questo è dovuto principalmente alla preferenza degli Svizzeri per le destinazioni di viaggio in Europa (Germania, Francia, Italia e Austria).

Volumi di dati trasmessi
SMS inviati