Prezzi dei servizi in roaming internazionale

Per gli utenti svizzeri, l'analisi mostra che nel 2018 i prezzi medi dei servizi voce in roaming internazionale all’interno dell'Europa sono tendenzialmente aumentati, mentre nel resto del mondo hanno subito un leggero calo. Nel 2018 i prezzi medi per i servizi dati in roaming internazionale in Europa e nel resto del mondo sono rimasti stabili. Nel 2018 l’andamento dei prezzi standard medi per gli SMS è leggermente calato rispetto all’anno precedente solo nell’UE e per i detentori di un abbonamento, per il resto il livello dei prezzi rimane stabile.

 

Metodologia

Quattro volte all'anno l'UFCOM rileva i volumi (voce, SMS e dati) consumati all'estero e i relativi introiti direttamente presso i tre fornitori di telefonia mobile. Sulla base di questi dati, l'UFCOM calcola i prezzi medi pagati per il traffico voce, dati e SMS in roaming. Quello che di seguito viene definito "prezzo" sono gli introiti effettivi divisi per il volume e non va confuso con le attuali tariffe dei fornitori. In generale, più sono interessanti i prezzi del roaming, maggiore è il consumo all'estero. I prezzi aggregati del rilevamento dell'UFCOM tendono ad essere piuttosto bassi, in quanto riflettono i volumi effettivamente consumati, che sono più probabilmente generati da consumatori con tariffe basse.

Gli operatori svizzeri offrono spesso i loro servizi di telefonia mobile in forma di pacchetti contenenti diverse prestazioni. Pertanto, non sempre sono in grado di attribuire esattamente le entrate ai singoli servizi, in questo caso il roaming. Inoltre, tutti e tre gli operatori dispongono di offerte di telefonia mobile con minuti di roaming inclusi. Anche questa tendenza complica la ripartizione dei ricavi derivanti dal roaming, in quanto i volumi consumati non vengono più fatturati per unità, ma in modo forfettario nell’abbonamento mensile di base. Per questo motivo, per il momento l'UFCOM lavora solo con cifre (entrate e volumi corrispondenti) che non provengono da prodotti inclusi in pacchetti. 

 
 

Prezzi medi applicati dagli operatori svizzeri per i servizi voce in roaming internazionale

Prezzi medi delle conversazioni in roaming 

 

Per quanto concerne le chiamate in uscita, si nota che le conversazioni verso la Svizzera sono le più convenienti. Nel 2018, il loro prezzo medio al minuto era difatti di CHF 0.68; un po’ più care (CHF 0.81) sono state le telefonate all’interno dell’area UE/SEE. Agli utenti svizzeri in roaming, le chiamate in uscita effettuate nel resto del mondo sono costate ogni anno in media CHF 1.76 per ogni minuto effettivo fatturato, ossia circa il doppio rispetto alle telefonate in uscita dall’area UE/SEE.
Nei Paesi europei le chiamate in roaming in entrata costano circa la metà di quelle in uscita (CHF 0.38 per ogni minuto effettivo di conversazione fatturato). Nel quarto trimestre 2018 le chiamate ricevute in roaming (chiamate in entrata) nel resto del mondo sono costate in media CHF 1.45 al minuto (v. figura sottostante).  

Andamento dei prezzi 2013-2018 (minuti fatturati), in CHF, IVA esclusa

La figura sottostante illustra l’andamento dei prezzi per regione e piano tariffario (abbonamento o carta prepagata). I servizi voce in roaming con abbonamento (senza minuti di roaming inclusi) all’interno dell’UE tendono a diventare più cari, mentre i prezzi degli ultimi due anni nel resto del mondo per i clienti con abbonamento e carta prepagata tendono al ribasso.

 
Andamento dei prezzi dati, abbonamenti vs carte prepagate, in CHF per MB, IVA exclusa

La differenza di prezzo tra i clienti con abbonamento e quelli titolari di una carta prepagata è notevole. Dal 2016, i clienti con una carta prepagata sembrano pagare un prezzo al minuto inferiore rispetto ai clienti in abbonamento.
Da un lato, questo risultato inaspettato è certamente attribuibile al fatto che la base dati sia sempre più piccola. Infatti, la quota del volume di roaming generata dai consumatori con un prodotto incluso in un pacchetto continua a crescere.
D'altra parte, la tendenza all'aumento dei prezzi per i consumatori con abbonamento (ma senza pacchetto) è evidente dal 2015; e da quel momento i volumi di dati e voce consumati dai clienti che hanno optato per un pacchetto di servizi sono cresciuti molto più velocemente di quelli degli altri clienti.

La quota dei volumi prepagati è diminuita anche nel 2018 e con il 2,7 per cento del volume totale è più bassa che mai. Ciò si spiega con la diminuzione del numero di clienti titolari di una carta prepagata.
 

 
Wahl des Vertragsart für Sprachkommunikation, Abo vs Prepaid

Per ottimizzare i costi di comunicazione vale la pena attivare un’opzione in caso di consumo medio ed elevato di servizi di roaming. Acquistando un’opzione, difatti, si paga all’interno dell’UE in media circa il 60 per cento in meno al minuto. Nel resto del mondo con l’acquisto di un’opzione si paga in media circa il 31 per cento in meno al minuto (cfr. figura sottostante).

 
Prezzi dei minuti fatturati di conversazione, standard vs opzione, in CHF, IVA esclusa

La fatturazione al minuto delle conversazioni effettuate in roaming influisce direttamente sui costi del servizio. Anche nel 2018 la differenza fra la quantità di minuti di roaming di cui si è effettivamente fruito e quelli fatturati dagli operatori di telefonia mobile (in base alla fatturazione al minuto) continua a rimanere elevata per i consumatori svizzeri. Per le chiamate in uscita all'interno dell’UE è stato fatturato il 23 per cento di minuti in più rispetto a quelli effettivamente fruiti e per le chiamate nel resto del mondo il 27 per cento in più. Nel 2018 per le chiamate in entrata all’interno dell’UE è stato fatturato il 25 per cento di minuti in più rispetto a quelli effettivamente fruiti e per le chiamate nel resto del mondo il 31 per cento in più.

 

Prezzi medi applicati dagli operatori svizzeri per i servizi dati in roaming internazionale

Il costo medio del roaming dati nell’area UE/SEE è diminuito anche nel 2018, attestandosi a CHF 0.20 per MB (CHF 0.23 l’anno precedente).
Anche negli altri Paesi del resto del mondo (RdM), il prezzo per la fruizione di servizi dati in roaming è tendenzialmente sceso nel 2018 attestandosi a CHF 0.12 per MB. Il fatto che i prezzi siano più cari per l'UE che nel resto del mondo è atipico e può essere attribuito alla base dati sempre più piccola (v. sopra).

 
Andamento dei prezzi dati, in CHF per MB, IVA esclusa

Rispetto all'area UE/SEE, i prezzi svizzeri per il roaming dati rimangono elevati. Ciò si spiega in parte con il fatto che gli operatori svizzeri devono negoziare le tariffe di roaming all'ingrosso con i loro partner europei, che nel 2018 erano in media di circa 2 centesimi al MB. I prezzi all'ingrosso nell'UE però sono regolamentati e fissati a un livello molto più basso, il che può spiegare in parte la differenza di prezzo.

La figura sottostante mostra l’andamento dei prezzi per MB all’interno dell’UE e nel resto del mondo in base al piano tariffario. La differenza tra abbonamento e carta prepagata rimane significativa (v. figure sottostanti). Nel 2018, un MB tramite un abbonamento costava in media CHF 0.20 (UE) o CHF 0.12 (RdM), mentre tramite la carta prepagata CHF 0.34 (UE/RdM).
 

Andamento dei prezzi dati, abbonamenti vs carte prepagate, in CHF per MB, IVA esclusa

Tuttavia, i suddetti prezzi medi di abbonamento riflettono solo una parte della realtà, in quanto i consumatori hanno sempre più spesso abbonamenti che includono servizi di roaming. Ciò significa che il roaming viene addebitato in parte o completamente a tariffa forfettaria e non più in base al consumo. Poiché tali introiti non sono documentati dai fornitori, non sono inclusi nelle statistiche.


Prezzi medi dei fornitori svizzeri per servizi SMS in roaming internazionale

Nel 2018, l’andamento dei prezzi medi per l’invio di SMS all’estero ha mostrato una tendenza decrescente. I prezzi medi per i servizi SMS in roaming all’interno dell’UE sono in calo, mentre negli altri Paesi (resto del mondo) rimangono relativamente stabili. Nel 2018, l’invio di un SMS durante un soggiorno nell’UE costava in media circa CHF 0.28, mentre nel resto del mondo CHF 0.38. I prezzi variano molto in funzione del tipo di contratto (abbonamento / carta prepagata).

Nel 2018, l’invio di un SMS con carta prepagata era del 70 per cento (UE, tariffa standard) e del 66 per cento (resto del mondo, tariffa standard) più caro rispetto a un abbonamento. I prezzi medi summenzionati degli abbonamenti e delle carte prepagate riflettono tuttavia solo una parte della realtà perché i servizi di roaming sono sempre più spesso inclusi nella tariffa di base. Infatti, i fornitori di servizi di telecomunicazione mobile non fatturano più in funzione del consumo bensì in modo forfettario (abbonamento mensile di base) e non specificano la quota addebitata per il roaming, per questo l'UFCOM può calcolare solo il valore medio dell’«utente standard». Per i consumatori con un prodotto che include il roaming, non è quindi possibile determinare i costi generati dagli SMS in roaming.