Canone radiotelevisivo

In linea di massima, tutte le economie domestiche di tipo privato, le collettività e le imprese svizzere pagano il canone radiotelevisivo. L'obbligo di pagare il canone non dipende più dalla disponibilità di apparecchi che consentono la ricezione di programmi radiofonici o televisivi (radio, televisore, smartphone, tablet o computer con accesso a Internet).

Informazioni sulle emittenti radiotelevisive

Informazioni su concessioni, zone di copertura, cifre delle imprese, indirizzi e ulteriori dettagli sulle emittenti radiotelevisive.

Informazioni per le emittenti radiotelevisive

Documentazione utile in merito ai temi: obbligo di notifica, emittenze di breve durata, resoconti informativi e splitting del canone.

Politica dei media

Informazioni d’attualità su temi, avvenimenti e decisioni relativi alla politica dei media.

Vigilanza

L'UFCOM è l'autorità di vigilanza nei confronti delle emittenti radiotelevisive e vigila sul rispetto della legge e delle concessioni.

Ricerca mediatica/Sostegno alla formazione

L'UFCOM finanzia ogni anno progetti di ricerca nell'ambito della radiotelevisione e sovvenziona la formazione e il perfezionamento dei programmisti.

Tecnologia

Siete nell'ambito tecnico della radiodiffusione. Qui potete trovare le frequenze dei programmi, le ubicazioni delle emittenti l le reti via cavo.

Sostegno alle agenzie di stampa

Affinché le radio locali e le televisioni regionali finanziate mediante i proventi del canone possano rafforzare la propria offerta con informazioni provenienti da altre regioni, il DATEC può concludere un accordo sulle prestazioni con un’agenzia di stampa di importanza nazionale.

Fatti e cifre

Studi, statistiche e altri dati relativi ai media elettronici.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/media-elettronici.html