Impiego del canone

Verteilung der Abgabe
Le emittenti che ricevono una quota del canone

I proventi del canone, circa 1,37 miliardi di franchi l'anno, sono destinati a finanziare i programmi radiotelevisivi della SSR e delle emittenti private concessionarie (radio locali, TV private). In questo modo viene garantito un servizio pubblico su tutto il territorio nazionale e rafforzata la democrazia, due aspetti che vanno a beneficio di tutto il Paese.

Ripartizione prevista dal 2019 – 2022

Utilizzo Importo in milioni di franchi
  2019 2020 2021 2022
SSR 1200 1200* 1200* 1200*
Emittenti radiofoniche private con partecipazione al canone 30.8 30.8* 30.8* 30.8*
Emittenti televisive private con partecipazione al canone 50.2 50.2* 50.2* 50.2*
Agenzia telegrafica svizzera 2 2 2 2
Promozione delle nuove tecnologie / contributi alle emittenti 8.5 8 4 1
Promozione delle nuove tecnologie / misure informative 1.5 1.5 1.5 1.5
Sottotitolazione dei notiziari regionali 2.5 2.5 2.5 2.5
Conservazione dei programmi / archiviazione 1 1 1 1
Ricerca sull'utenza (Mediapulse) 2.8 2.8 2.8 2.8
Serafe SA (riscossione del canone per le economie domestiche) 20.2 20.3 20.5 20.7
AFC (riscossione del canone per le imprese) 5.1 5.1 5.1 5.1
UFCOM (attività di vigilanza) 4 4 4 4
Conclusione canone di ricezione (Billag SA) 5 - - -
Riserva per il supplemento al rincaro - 7.7 18.0 31.0
Riserva per gli scostamenti dalla pianificazione 34.2 34.2 34.4 34.7
(* più supplemento al rincaro indicizzato, dal 2020)

Quote di partecipazione al canone per emittenti radiofoniche e televisive private

Il 1° luglio 2016 è entrata in vigore la LRTV. Le emittenti aventi diritto possono beneficiare di una quota compresa tra il 4 e il 6 per cento dei proventi del canone radiotelevisivo. Il 25 maggio 2016 e il 18 ottobre 2017 il Consiglio federale ha deciso di stanziare risorse più cospicue per le emittenti radiofoniche e televisive locali, aumentando così la relativa quota per primo al 5 per cento, per un aumento complessivo di 13,5 milioni di franchi e nel 2019 al 6 per cento.

Un totale di 81 milioni di franchi andrà a favore delle radio locali e delle televisioni regionali.

La seguente panoramica elenca le quote di partecipazione al canone delle emittenti radiofoniche locali e televisive regionali a partire dal 1° gennaio 2019.

Gestione delle quote di partecipazione al canone da parte della Confederazione

Le quote di partecipazione al canone attribuite ai beneficiari sono determinate dal Consiglio federale. Si tratta di importi massimi. Qualora non sia possibile versare l’integralità dell'importo, il saldo rimane sul conto.

Secondo l'articolo 40 capoversi 1 e 2 ORTV, i saldi delle quote di partecipazione al canone conformemente all'articolo 68a , nonché all'articolo 109a capoversi 1 e 2 LRTV sono esposti nel bilancio della Confederazione.

L'UFCOM pubblica il provento e l'utilizzazione delle quote di partecipazione al canone conformemente alle disposizioni dell'articolo 40 capoverso 1 ORTV.
 

Contatto

UFCOM
Rue de l'Avenir 44
2501 Bienne

Centrale
Tel. 058 460 55 11

Settore Canone radiotelevisivo
Tel. 058 460 54 39

m-rf@bakom.admin.ch  www.ufcom.admin.ch

SERAFE AG
Casella postale
8010 Zurigo
Tel. 058 201 31 67

Contatto Serafe       www.serafe.ch

ACF (Amministrazione federale delle contribuzioni)
Divisione principale dell'imposta sul valore aggiunto
Schwarztorstrasse 50
3003 Berna

Contatto      www.estv.admin.ch

Stampare contatto

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/media-elettronici/canone-radiotelevisivo/impiego-delle-tasse-di-ricezione.html