Reti di trasmettitori DAB+ per la diffusione digitale di programmi radiofonici

In Svizzera si possono captare via antenna in digitale più di 120 programmi radiofonici. Diverse imprese si occupano di preparare tali programmi in formato DAB+ e di trasmetterli sulle proprie reti.  

I programmi radiofonici possono essere trasmessi e captati via antenna (diffusione via etere terrestre), tramite le reti televisive (reti cablate e IPTV), via satellite e via Internet. Fino alla fine del 2019 le onde ultra corte (OUC) via antenna sono state il principale canale di trasmissione in Svizzera. Dal 1° gennaio 2020 questa funzione è stata ripresa dal DAB+. Il Digital Audio Broadcasting (DAB+) è uno standard internazionale per la trasmissione in digitale di programmi radiofonici via etere. La tecnologia di trasmissione OUC e quella DAB+ presentano alcune differenze sostanziali:

  OUC DAB+
Applicazioni Ultima tecnica di diffusione analogica, le OUC consentono esclusivamente la trasmissione di segnali sonori; l'impiego di nuove applicazioni non è possibile. Il DAB+ consente tutte le applicazioni digitali, cioè oltre alla trasmissione del suono anche la diffusione di testi, immagini e brevi sequenze video o link per servizi interattivi.
Impiego efficiente delle frequenze Su una frequenza OUC è possibile trasmettere un solo programma alla volta. Una frequenza DAB+ consente di trasmettere simultaneamente fino a un massimo di 18 programmi radio.
Frequenze utilizzate La trasmissione su OUC di un programma in una zona di copertura definita necessita che le numerose antenne operino su frequenze diverse per evitare interferenze. Per questo motivo le frequenze OUC sono scarse. Il formato DAB+ necessita di una sola frequenza per trasmettere 18 programmi nella stessa zona di copertura, anche se si utilizzano più antenne. Si rimedia così in gran parte alla carenza di frequenze.
Diffusione A causa della limitata disponibilità di frequenze OUC, i programmi radio privati possono essere trasmessi solo a livello regionale; la diffusione OUC è limitata a tre programmi SSR per regione linguistica (ad es. per la Svizzera italiana). Grazie alla disponibilità di sufficienti frequenze DAB+ e di aree di trasmissione generalmente più ampie, anche i programmi radiofonici privati possono essere trasmessi in un'area più ampia o nell'intera regione linguistica.
Qualità La ricezione su OUC è spesso disturbata da rumori quando le antenne trasmittenti si trovato a una certa distanza le une dalle altre. La ricezione DAB+ è sempre priva di rumore, ma si interrompe immediatamente se l'antenna è troppo lontana dal ricevitore.
Reti di trasmissione Le emittenti radiofoniche sono responsabili della diffusione via OUC, e di solito sono anche proprietarie delle antenne. La trasmissione DAB+ è nelle mani di società specializzate, che affittano gli spazi di programma disponibili alle emittenti radiofoniche.
Tabella: differenze fra OUC e DAB+

Secondo la legge sulle telecomunicazioni (LTC), chi desidera trasmettere programmi radiofonici via antenna in Svizzera necessita di una concessione di radiocomunicazione. A seconda della domanda, tale concessione viene rilasciata dall'UFCOM o dalla Commissione federale delle comunicazioni (ComCom). Negli ultimi anni sono state rilasciate diverse concessioni per la radiodiffusione DAB+:

Società svizzera di radiotelevisione SSR

Dalla fine del 1999 la SSR è l'unica emittente a gestire le proprie reti di trasmissione DAB+, con una rete nella Svizzera tedesca, una nella Svizzera francese, una in Ticino e una nel Cantone dei Grigioni. Oltre a utilizzare queste piattaforme per trasmettere i propri programmi, sulla propria rete grigionese la SSR trasmette anche la radio privata locale Südostschweiz, che può essere captata anche in Ticino insieme alle due radio private Radio Ticino e Radio 3i. Il motivo è che in queste due regioni non è ancora operativa una rete DAB+ privata che copra capillarmente il territorio.


SwissMediaCast AG (SMC)

Dal 15 a.ottobre 2009, grazie a SMC anche le emittenti radiofoniche private della Svizzera tedesca hanno la possibilità di trasmettere i propri programmi via DAB+. Il 3 marzo 2008 l'UFCOM ha rilasciato la relativa concessione per la Svizzera tedesca (DCH 02). La maggioranza dell'impresa è detenuta dalle emittenti radiofoniche private della Svizzera tedesca, ma vi partecipano anche Swisscom Broadcast SA in qualità di costruttore della rete e la SSR, che usa la piattaforma per trasmettere singoli programmi (Swiss Jazz, Swiss Classics, Rete 3, Couleur 3, Option Musique).

 Il 10 aprile 2012 l'UFCOM ha rilasciato a SMC un'ulteriore concessione di radiocomunicazione per l'esercizio di una rete di trasmissione DAB+ regionalizzata nella Svizzera tedesca (DCH 03). La rete è costituita di quattro settori (Svizzera del Nord, Berna-Friburgo, Vallese, Svizzera orientale) e funge da piattaforma per programmi privati a carattere regionale. Dal 1° gennaio 2020, SMC è tenuta a concedere a ogni programma radio titolare di una concessione di radiocomunicazione OUC un accesso privilegiato al settore corrispondente alla precedente zona di copertura OUC. 

Il 19 dicembre 2017 l'UFCOM ha rilasciato a SMC ancora un'altra concessione DAB+ per la Svizzera tedesca (DCH 05) e una concessione per il Ticino (ICH 03). La rete in Ticino ha potuto entrare in esercizio a gennaio 2021; SMC ha rinunciato alla concessione di radiocomunicazione per la rete DCH 05 con effetto da dicembre 2020.

SwissMediaCast AG
Dufourstrasse 23
CH-8008 Zurigo
www.swissmediacast.ch
info@swissmediacast.ch

 

Digris AG (Digris)

Il 25 giugno 2013 l'UFCOM ha rilasciato a Digris AG una concessione di radiocomunicazione per la gestione di isole DAB+ locali/regionali in tutta la Svizzera. Questa piattaforma è destinata in primo luogo alle stazioni radio complementari non commerciali e alle emittenti radiofoniche che diffondono via Internet, affinché possano trasmettere i propri programmi in digitale via etere terrestre nei più grandi agglomerati urbani della Svizzera. A tale scopo Digris impiega una nuova tecnologia basata su software che, rispetto alla copertura delle grandi aree di trasmissione DAB+ esistenti, presenta costi di esercizio notevolmente inferiori. Digris gestisce un totale di 17 isole DAB+ su tutto il territorio del Paese (stato: aprile 2020), ed è previsto che ne entrino in funzione altre. La società è proprietaria delle radio web e OUC non commerciali. Dal 1° gennaio 2020, Digris è tenuta a concedere a ogni radio complementare titolare di una concessione di radiocomunicazione OUC un accesso privilegiato all'isola corrispondente alla precedente zona di copertura OUC.

Digris AG
Renggerstrasse 31
8038 Zurigo
www.digris.ch
office@digris.churigo

 

Romandie Médias SA (ROM)

Il 12 febbraio 2013 l'UFCOM ha rilasciato a Romandie Médias SA una concessione di radiocomunicazione DAB+ per la Svizzera romanda (FCH 02). La società ha messo in funzione i propri trasmettitori il 16 aprile 2014. ROM è una comunità di emittenti radiofoniche private della Svizzera romanda, cui partecipano anche la SSR e Swisscom Broadcast AG. Sulla piattaforma ROM sono disponibili tutti i programmi della Svizzera romanda titolari di una concessione di radiocomunicazione OUC e alcuni programmi tematici privati. Vi vengono trasmessi anche programmi della SSR (RSI Rete 3, SRF Virus). Dal 1° gennaio 2020 ROM deve garantire un accesso privilegiato alle emittenti OUC che trasmettono nella Svizzera romanda.

Romandie Medias SA
Av. Champs-Montants 16a
CH-207 4 Marin
romandiemedias.ch
info@romandiemedias.ch

 

DABCOM AG

Il 13 maggio 2019 la Commissione federale delle comunicazioni (ComCom) ha rilasciato un'ulteriore concessione di radiocomunicazione DAB+ per la Svizzera romanda. La destinataria DABCOM AG è un'azienda della Svizzera romanda ancora in fase di costituzione. È supportata da un'azienda specializzata in soluzioni Internet e da rappresentanti della Digris AG. Al momento il rilascio della concessione non ha ancora carattere definitivo. Questa rete di trasmettitori DAB+ non è ancora in funzione.


Accesso alle piattaforme DAB+

Ogni emittente radio titolare di una concessione di radiocomunicazione OUC in corso di validità ha il diritto di accedere a condizioni privilegiate a una determinata piattaforma DAB+ che effettua il servizio nella zona di copertura OUC precedentemente assegnata a tale emittente, come sancito nell'allegato 1 dell'ordinanza sulla radiotelevisione (ORTV).  

Per tutti gli altri programmi svizzeri, l'accesso a una piattaforma DAB+ è subordinato ad accordi contrattuali tra l'emittente e il gestore della piattaforma. Tali programmi non necessitano di una concessione di radiocomunicazione. Queste emittenti sono tuttavia tenute a informare l'UFCOM prima di iniziare le trasmissioni.  

Le emittenti estere che desiderano trasmettere i propri programmi senza adattamenti sulle reti DAB+ svizzere necessitano di una concessione o di un'autorizzazione nel proprio Paese. I programmi destinati specificamente alla Svizzera sono soggetti all'obbligo di notificazione; inoltre, le emittenti straniere devono dimostrare di avere una sede in Svizzera.

Obbligo di notificazione per le emittenti radiotelevisive

 
 

Promozione tecnologica

Tutti i programmi svizzeri trasmessi tramite DAB+ possono richiedere all'UFCOM contributi per i costi addebitati loro dalle piattaforme. Per il 2020, la quota dei sussidi era fissata al 60 resp. 65 per cento dei costi effettivi. Nel 2021 è rimborsato il 50 per cento e nel 2022 ancora il 35 per cento (solo emittenti con partecipazione al canone).

Promozione di nuove tecniche digitali di produzione e di diffusione

 
 
 

Velocità minima di trasmissione dei dati

Stando alle disposizioni della concessione, gli operatori delle piattaforme DAB+ sono obbligati a trasmettere tutti i programmi a una velocità minima di 64 kbit/s. Tuttavia, è possibile scendere al di sotto di questa velocità di trasmissione a patto che sia stipulato un accordo di diritto privato tra l'emittente e l'operatore della piattaforma.  

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/media-elettronici/tecnologia/diffusione-digitale/reti-di-trasmettitori-dapplus-per-la-diffusione-digitale-di-programmi-radiofonici.html