Legge sulle poste

La legge sulle poste definisce il servizio universale nel settore dei servizi postali e del traffico dei pagamenti, crea le condizioni quadro per l'apertura del mercato postale alla concorrenza e attribuisce i compiti di vigilanza e di regolamentazione a diversi attori.

La legge sulle poste persegue due obiettivi principali: da una parte continuare ad assicurare il servizio universale su tutto il territorio tramite prestazioni nel settore postale e del traffico dei pagamenti, e dall'altra intende creare le condizioni quadro per un'apertura graduale del mercato postale a nuovi fornitori di servizi postali. 

La legislazione sulle poste definisce i ruoli delle diverse autorità attive sul mercato postale. Sul piano istituzionale, il ruolo in quanto proprietario è chiaramente distinto dalla funzione che esercita l'organo responsabile della vigilanza materiale. Inoltre la legge sulle poste istituisce le basi legali per una regolazione efficace della Posta Svizzera.

La Confederazione in quanto proprietaria della Posta Svizzera

La Confederazione assicura il servizio universale con servizi postali e di pagamento tramite compiti legislativi e la vigilanza della Commissione federale delle poste (PostCom) e dell'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) nonché attraverso la sua partecipazione maggioritaria alla Posta Svizzera. La Segreteria generale del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), insieme all'Amministrazione federale delle finanze (AFF), esercita la funzione di proprietario nei confronti della Posta e verifica, in particolare, l'attuazione degli obiettivi strategici formulati dal Consiglio federale. Inoltre, prepara i corrispondenti affari del Consiglio federale. 

L'UFCOM in quanto autorità di vigilanza materiale

L'UFCOM è responsabile per lo sviluppo della politica sulle poste per conto del DATEC. Osserva e esamina in modo sistematico gli sviluppi del mercato postale sul piano nazionale ed europeo e conduce analisi di mercato. Inoltre gli spettano diversi compiti disciplinati nella legge sulle poste, per esempio esercita la vigilanza sul servizio universale nel settore del traffico dei pagamenti, valuta le domande per il sostegno indiretto alla stampa ed è responsabile per il coordinamento della rappresentanza degli interessi nazionali presso le organizzazioni internazionali.  

La PostCom in quanto autorità di regolazione

In qualità di autorità di regolazione indipendente, la PostCom garantisce il servizio postale universale controlla la sua qualità, vigila sul mercato postale svizzero e assicura una concorrenza leale tra i fornitori di servizi postali. 

Garanzia del servizio universale

La legge sulle poste ha il fine di garantire un servizio universale capillare nel settore dei servizi postali e del traffico dei pagamenti che sia finanziariamente sostenibile e accessibile a tutti i gruppi della popolazione. Anche nel caso di ulteriori sviluppi del mercato postale, la garanzia di un servizio universale efficiente ai sensi del mandato costituzionale (art. 92 della Costituzione federale) è considerata un obiettivo prioritario della Confederazione. 

Nella legge sulle poste i due mandati di servizio universale della Posta, ossia i servizi postali e il traffico dei pagamenti, sono disciplinati separatamente. Così facendo, possono essere considerate in modo mirato le diverse necessità e proprietà di entrambi i mercati, logistica e finanza.

Servizi postali

Nel settore dei servizi postali, il servizio universale comprende l'obbligo di accettazione di lettere e pacchi, l'obbligo di trasporto e di distribuzione di invii postali nonché la garanzia di accesso a queste prestazioni tramite una rete di uffici e agenzie postali. Gli invii del servizio universale includono lettere e pacchi per la Svizzera e per l'estero nonché giornali e periodici in abbonamento. Per queste prestazioni devono essere forniti anche i necessari servizi complementari che sono connessi al mandato di trasporto, ossia la rispedizione, la deviazione o il trattenimento. 

La distribuzione degli invii postali avviene almeno cinque giorni alla settimana, i giornali in abbonamento vengono recapitati sei giorni alla settimana. La Posta, poiché responsabile di fornire il servizio universale, è anche tenuta a esercitare un numero sufficiente di punti di accesso (per es. uffici postali). 

Gli invii espressi e di corriere non rientrano invece nell'offerta del servizio universale postale. 

Fintanto che la Posta ha il diritto esclusivo di distribuire lettere fino ad un peso di 50 grammi, il servizio universale è finanziato soprattutto con i ricavi derivanti dal monopolio restante. 

La PostCom vigila affinché la Posta fornisca il servizio universale postale conformemente alla legge.

Traffico dei pagamenti

Le prestazioni del traffico dei pagamenti comprendono l'apertura e la tenuta di un conto per il traffico dei pagamenti come pure versamenti, pagamenti e trasferimenti. Devono essere accessibili in modo adeguato a tutti i gruppi della popolazione in tutte le regioni del Paese. 

L'esecuzione del mandato di servizio universale è per legge affidato alla PostFinance che è una società interamente affiliata alla Posta. 

Nei confronti dell'UFCOM, la Posta, in quanto casa madre, è responsabile della garanzia del servizio universale nel settore del traffico dei pagamenti. 

Poiché PostFinance fornisce servizi finanziari, sottostà anche alla vigilanza della FINMA.

Ultima modifica 19.02.2018

Inizio pagina

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/posta-stampa/legge-sulle-poste.html