Sorveglianza del mercato 2014: i prodotti non conformi sono ancora in maggioranza

La stragrande maggioranza (158 su 166) degli impianti di telecomunicazione sottoposti a controllo da parte dell'UFCOM nel 2014 si è rivelata non conforme alle esigenze. Un risultato analogo si è riscontrato nel campo della compatibilità eleettromagnetica degli apparecchi elettrici (17 apparecchi su 18 non erano conformi). Sono risultati deludenti, sebbene non riflettano fedelmente la situazione del mercato. L'UFCOM concentra infatti il suo compito di sorveglianza nei settori che sono notoriamente più a rischio.

Lucio Cocciantelli, divisione Radio monitoring e impianti

Tra gli impianti di telecomunicazione controllati dall'UFCOM nel 2014, il 99 per cento non era conforme, ciò rappresenta un aumento del 4 per cento rispetto all'anno precedente. Tra gli apparecchi elettrici controllati, invece, il 95 per cento non soddisfava le esigenze in materia di compatibilità elettrica, nel 2013 si trattava solo dell'80 per cento. Queste percentuali elevate non riflettono esattamente la situazione sul mercato. Infatti, non disponendo delle risorse necessarie per effettuare un controllo sistematico del mercato in tutti gli ambiti di sua competenza, l'UFCOM attua controlli mirati in determinati settori precedentemente identificati come problematici. Stando alle informazioni fornite dalle autorità preposte alla sorveglianza del mercato nei diversi Paesi dell'UE, il tasso reale di non conformità del mercato nel suo complesso può essere stimato al 40 per cento circa. Questa proporzione è e rimane tuttora troppo elevata.

Nel 2014, per quanto riguarda gli impianti di telecomunicazione, l'UFCOM ha esaminato soprattutto telecomandi, microfoni senza filo, cuffie senza filo, apparecchi per le rete locali (WiFi), ripetitori di telefonia mobile (GSM, UMTS, ...) e ricetrasmittenti per la trasmissione vocale. Nel campo della compatibilità elettromagnetica, i controlli si sono focalizzati principalmente sui convertitori per i pannelli solari e sulle lampade LED.

 

Statistiche sulla non conformità degli impianti di telecomunicazione

Grafico 1: Settori in cui è stato riscontrato il maggior tasso di non conformità
Grafico 1: Settori in cui è stato riscontrato il maggior tasso di non conformità
Tabella 1: Numero di controlli effettuati
Campi Numero
Applicazioni a breve distanza non specifiche (telecomandi, ...) 69
Telefonia mobile (GSM, UMTS, LTE, apparecchi terminali, ripetitori, ...) 39
Microfoni senza filo 18
Reti locali senza filo (RLAN, WLAN) 19
Audio a breve distanza 6
Tabella 2: Cause e frequenza della non conformità
Cause della non conformità Numero %
Dichiarazione di conformità (DC) 129 78%
Contrassegno 95 57%
Mancata presentazione della documentazione tecnica 94 57%
Assenza di prove riguardo all'esecuzione di una procedura di valutazione della conformità 73 44%
Informazioni all'utente 65 39%
Esigenze fondamentali (rispetto delle norme) 61 37%
Procedura di valutazione della conformità inappropriata o incompleta 57 34%
Notifica 41 25%

Statistiche di non conformità nel campo della compatibilità elettromagnetica degli apparecchi elettrici

Grafico 2: Tasso di non conformità per tipo di apparecchio controllato
Grafico 2: Tasso di non conformità per tipo di apparecchio controllato
Tabella 3: Numero di controlli effettuati

Settori

Numero

Apparecchi domestici

2

Prodotti innovativi (ad es. convertitori per pannelli solari)

12

Lampade

3

Apparecchi d'ufficio, computer, accessori, ...

1

Tabella 4: Cause e frequenza della non conformità

Causa della non conformità

Numero

%

Assenza di prove riguardo a una procedura di valutazione della conformità

4

22%

Contrassegno

2

11%

Dichiarazione di conformità

13

72%

Documentazione tecnica incompleta

3

17%

Mancata presentazione della documentazione tecnica

4

22%

Esigenze fondamentali (rispetto delle norme)

5

28%

Informazioni

3

17%

Collaborazione internazionale

Nel 2014, l'UFCOM ha partecipato attivamente a due campagne europee di sorveglianza del mercato.

A seguito di numerosi casi d'interferenza, una delle campagne verteva sui ripetitori di telefonia mobile, apparecchi che permettono di estendere la copertura delle reti di telefonia mobile all'interno degli edifici. Destinati inizialmente agli operatori di telefonia mobile, sono oramai disponibili sul mercato per il grande pubblico, solitamente su Internet. I risultati mostrano che la stragrande maggioranza non è tecnicamente conforme. È stato inoltre constatato che l'acquirente non è informato delle condizioni d'utilizzo, ossia che l'installazione di un ripetitore di telefonia mobile necessita di una previa autorizzazione da parte dell'operatore di telefonia mobile i cui segnali sono ritrasmessi. Il rapporto completo in inglese è disponibile su Internet.

La seconda campagna, nel settore della compatibilità elettromagnetica, verteva sui convertitori per pannelli solari, che permettono di trasformare la tensione proveniente dai pannelli solari in tensione di rete (240 V), ed era destinata a valutare il livello di conformità di questi apparecchi sempre più utilizzati. Anche in tal caso, il risultato è deludente, meno del 10 per cento soddisfava tutte le esigenze controllate nel quadro della campagna (il 33% era conforme alle esigenze tecniche). Il rapporto completo in inglese è disponibile su Internet.

Iscritta nel mandato di prestazioni dell'UFCOM, la sorveglianza del mercato degli impianti di telecomunicazione e della compatibilità elettromagnetica persegue due obiettivi principali: da un lato, evitare le interferenze sui sistemi di radiocomunicazione, e dall'altro, permettere una sana concorrenza tra gli attori del mercato.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/informazioni-dell-ufcom/ufcom-infomailing/bakom-infomailing-39/sorveglianza-del-mercato-2014--i-prodotti-non-conformi-sono-anco.html