Attualità e fondamenti

Ripercussioni delle limitazioni pubblicitarie per la SSR

Quali ripercussioni avrebbero le limitazioni pubblicitarie imposte alla SSR sulle sue entrate, sul potenziale pubblicitario di altre emittenti svizzere e sul mercato pubblicitario svizzero in generale. Su incarico della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale (CTT-N), l'UFCOM ha esaminato tali questioni insieme a diversi esperti pubblicitari e presentato i risultati in un rapporto all'attenzione della Commissione.

Rapporto del Consiglio federale sul servizio pubblico nell'ambito dei media

Il rapporto offre una vasta panoramica sul servizio pubblico. Il Collegio analizza il servizio pubblico della SSR e delle emittenti radiotelevisive private con e senza partecipazione al canone, presentando orientamenti per il suo futuro assetto.

Rapporto sul paesaggio mediatico svizzero: settore in piena trasformazione

Nel paesaggio mediatico svizzero è ancora in atto un profondo mutamento strutturale, la cui evoluzione sul lungo periodo resta tuttora imprevedibile. Questa è la conclusione cui giunge il Consiglio federale, che il 5 dicembre 2014 ha adottato un rapporto concernente l'evoluzione del paesaggio mediatico svizzero, rispondendo così a una mozione presentata dalla Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale (12.3004).

Gli operatori via cavo possono scegliere liberamente i programmi analogici

L'obbligo di diffusione di determinati programmi televisivi (programmi must carry) nell'offerta in tecnica analogica delle reti via cavo viene soppresso gradualmente. Dato che la maggioranza preponderante della popolazione svizzera ricorre a offerte in tecnica digitale, dal 2015 l'obbligo di diffusione sarà applicato solo al settore digitale.

Possibilità di diffondere programmi TV regionali in tutta la Svizzera

Il Consiglio federale ha abrogato il 23 gennaio 2013 l'attuale limitazione della diffusione per i programmi televisivi regionali. In futuro, quindi, questi programmi potranno essere trasmessi in modalità digitale su linea anche oltre la zona di copertura loro attribuita.

Condizioni più favorevoli per tv regionali private e reti via cavo

Il Consiglio federale riduce l'onere delle reti televisive private e modifica la chiave di ripartizione tra proventi del canone e autofinanziamento. In futuro le emittenti con partecipazione al canone saranno tenute a fornire un apporto finanziario minore rispetto ad oggi. Nel contempo il Consiglio federale imposta l'abbandono progressivo della tv analogica via cavo.

Rapporto in risposta al postulato Fehr: Mantenere la pluralità della stampa

Il 29 giugno 2011 il Consiglio federale ha pubblicato un rapporto preparato in risposta a un postulato del Consigliere nazionale Fehr (postulato 09.3629) e a un postulato della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale (postulato 09.3980). Il rapporto cerca di rispondere alla domanda se anche in futuro, a fronte dei mutamenti strutturali in corso nel settore dei media, la stampa sarà in grado di contribuire alla formazione democratica delle opinioni o se saranno necessarie misure statali.

Modifica della LRTV - libera scelta del set-top-box

Gli utenti della televisione digitale devono poter scegliere liberamente quale set-top box utilizzare: Il Consiglio federale ha voluto attuare questo principio nella revisione della legge sulla radiotelevisione. Le due Camere, il Consiglio degli Stati il 16 dicembre 2010 e il Consiglio Nazionale l’11 aprile 2011, hanno tuttavia deciso di non entrare in materia su questo progetto di legge.

Studio sull'offerta online della SSR

Si è concluso lo studio commissionato dall'UFCOM per l’analisi dell’offerta online della SSR. Lo studio si è proposto in primo luogo di verificare se l'offerta online dell'emittente SSR rispetta il legame programmatico con le trasmissioni definite nella sua concessione.

Fattibilità tecnica di una quarta copertura OUC per la zona Zurigo-Glarona

Uno studio di fattibilità condotto da un gruppo di lavoro formato da rappresentanti dell'UFCOM, due specialisti in frequenze indipendenti e un rappresentante di Radio Energy ha rivelato che entro breve una quarta copertura nella zona Zurigo-Glarona non sarebbe realizzabile.

Accordo MEDIA: Consiglio federale propone revisione della LRTV

Il Consiglio federale propone al Parlamento di adattare la legge sulla radiotelevisione nel campo della pubblicità sulle bevande alcoliche. La proposta è in relazione all'adozione del messaggio aggiuntivo sulla partecipazione della Svizzera al programma comunitario di promozione cinematografica MEDIA.(26.11.2008).

Rilascio della concessione 2008

Il 4 settembre 2007, l'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ha messo a concorso 41 concessioni per la diffusione di programmi radiofonici OUC locali e regionali, nonché 13 concessioni per la diffusione di programmi televisivi regionali in Svizzera.

Messa a concorso delle nuove concessioni per radio OUC e TV regionali

Sono state prese le prime decisioni nell’ambito della procedura di attribuzione delle nuove concessioni per radio OUC e TV regionali. Qui di seguito sono illustrate le singole tappe, insieme alla relativa documentazione, fino al rilascio della concessione.

Giornalisti e garanzia della qualità delle radio e TV private

Vengono ora pubblicati i due studi sui media commissionati dall'UFCOM in merito alla realtà lavorativa dei giornalisti e alla garanzia della qualità.

Quote televisive europee: conseguenze per la Svizzera

L'adesione della Svizzera ai programmi MEDIA dell'UE ha ripercussione sul paesaggio televisivo svizzero: in futuro i programmi delle emittenti internazionali, nazionali e di regione linguistica dovranno contenere una quota minima di opere svizzere e europee e di produzioni di produttori indipendenti.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/media-elettronici/politica-dei-media/attualita-e-fondamenti.html