Organizzazioni satellitari

Le organizzazioni satellitari ITSO, IMSO e EUTELSAT OIG sono tre organizzazioni intergovernative incaricate di vigilare affinché i fornitori di servizi di telecomunicazione via satelliti privati (Intelsat Ltd, Inmarsat plc e Eutelsat SA) rispettino gli obblighi di servizio pubblico loro spettanti.  

L'UFCOM e le organizzazioni satellitari

Al momento della loro creazione, OIG INTELSAT (oggi ITSO), INMARSAT (oggi IMSO) e EUTELSAT (oggi EUTELSAT OIG) erano state investite del compito di progettare e sfruttare sistemi di telecomunicazione via satellite nell'ottica di fornire servizi ai loro Stati membri nei rispettivi settori, ossia la fornitura di servizi di telecomunicazione internazionali di qualità, la fornitura di servizi di comunicazione in casi di emergenza in mare e la trasmissione di programmi radiotelevisivi. 

All'inizio degli anni 2000, l'UFCOM ha partecipato attivamente ai processi di ristrutturazione di queste tre organizzazioni. Al termine di questi processi e a titolo di compromesso politico, ha deciso di trasferire a enti privati le attività commerciali finora condotte da queste tre organizzazioni intergovernative e di attribuire a ciascuna organizzazione un ruolo di supervisione delle società commerciali di recente creazione. Ciò spiega l'attuale sistema: 

  • ITSO, che conta 149 Stati membri, è incaricata di assicurare la fornitura di servizi pubblici di telecomunicazione internazionali di affidabilità e qualità elevate e di promuoverli allo scopo di rispondere alle esigenze della società dell'informazione e della comunicazione. Essa vigila inoltre sulle attività di Intelsat Ltd. 
  • IMSO, che conta 100 Stati membri, è incaricata di vigilare affinché Inmarsat plc fornisca servizi mobili di radiocomunicazione marittima via satellite per il sistema mondiale di soccorso e sicurezza in mare (SMDSM) conformemente al quadro giuridico stabilito dall'Organizzazione marittima internazionale (IMO). IMSO riveste inoltre il ruolo di coordinatore del sistema di identificazione e di localizzazione delle navi a lungo raggio (LRIT) istituito dall'OMI.  
  • EUTELSAT OIG, che conta 49 Stati membri, è incaricato di vigilare affinché Eutelsat SA rispetti, nell'ambito delle sue attività, i seguenti principi: obblighi di servizio pubblico/servizio universale, copertura paneuropea del sistema via satellite, non discriminazione e concorrenza leale. 

L'UFCOM rappresenta la Svizzera in occasione delle assemblee delle parti dell'ITSO, dell'IMSO e dell'EUTELSAT OIG.  Prende inoltre parte ai comitati consultivi dell'ITSO e dell'EUTELSAT OIG, e partecipa in qualità di osservatore alle riunioni del comitato consultivo dell'IMSO.

Attività e struttura dell'organizzazioni satellitari

La struttura delle tre organizzazioni si basa sul medesimo modello, come illustrato qui di seguito:

  • l'assemblea della parti, che si riunisce generalmente ogni due anni. Ogni Stato membro dispone di un voto;
  • un organo direttivo, incaricato di garantire il buon funzionamento dell'organizzazione nell'intervallo tra un'assemblea delle parti e l'altra.
  • L'organo direttivo è coadiuvato da un comitato consultivo, composto da rappresentati eletti dai diversi Paesi.  

Nel 2009, queste tre organizzazioni hanno siglato un accordo tripartito (memorandum of understanding, MoU), in virtù del quale si impegnano a informarsi sulle attività che presentano un interesse reciproco.

 

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/attivita-internazionali/attivita-dell-ufcom-nelle-organizzazioni-internazionali/organizzazioni-satellitari.html