ETSI

L'Istituto europeo per gli standard delle telecomunicazioni (ETSI) elabora norme tecniche nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) a livello mondiale. L'UFCOM segue da vicino questi lavori e partecipa anche in certi campi. Le norme elaborate definiscono il futuro del settore e possono servire da base importante per la regolamentazione e la strategia in materia di digitalizzazione della società nei Paesi dell'Unione europea (EU) e dell'Associazione europea di libero scambio (AELS). Sono pertanto applicate anche in Svizzera.

L'ETSI, uno dei tre comitati ufficiali di normazione dell'UE e dell'AELS, è un partner importante dell'UFCOM. Elabora, spesso su richiesta dell'industria, standard che determinano il futuro dei prodotti e dei servizi di telecomunicazione fissi e mobili per la telefonia e la diffusione e la trasmissione dei dati. Su incarico delle autorità redige anche norme e realizza studi sulle TIC. I risultati di questi lavori vengono spesso coordinati con l'UIT a livello mondiale e presi in considerazione nell'elaborazione di norme nei Paesi europei, Svizzera inclusa. Grazie alla sua partecipazione in veste di rappresentante dell'Amministrazione federale, l'UFCOM può:

  • comprendere i cambiamenti nel settore delle TIC e contribuirvi attivamente;
  • chiarire e analizzare il quadro regolamentare del settore in Europa e nel mondo intero;
  • partecipare allo sviluppo e all'adozione di standard d'importanza centrale per la politica e la normativa europea.

Gli esperti dell'UFCOM (membri effettivi della categoria "amministrazione") partecipano ai lavori considerati d'importanza primaria per la Svizzera, come ad esempio quelli nei seguenti settori:

  • aspetti di compatibilità elettromagnetica e di gestione dello spettro (legati direttamente alla regolamentazione europea e svizzera);
  • tecnologie per l'accesso a servizi mobili (GSM, UMTS, LTE), a servizi di rete fissa (PSTN, ISDN, DSL, DOCSIS, IPCablecom, WLL, PLC) e a servizi satellitari;
  • sistemi di diffusione dei media (in collaborazione con EBU e CEN/ CENELEC, ad es. DVB-S/-T/-C, DAB, HBBTV);
  • sistemi di nuova generazione 5G e altri sistemi;
  • sistemi di emergenza e di allarme alla popolazione (EMTEL);
  • caratteristiche di qualità e di sicurezza dei servizi;
  • temi legati alla società dell'informazione.

La gran parte delle pubblicazioni dell'ETSI è presa in considerazione sul mercato senza l'intervento delle autorità. Anche quando queste pubblicazioni non sono menzionate nei documenti ufficiali, sono strumenti preziosi per gli specialisti delle autorità nazionali, ossia anche per l'UFCOM.

Quest'ultimo partecipa inoltre alle riunioni della nostra organizzazione nazionale di normazione (ASUT, CS4), che rappresenta la Svizzera in quanto Paese e che riesce regolarmente a far eleggere un rappresentante svizzero nel Consiglio d'amministrazione dell'ETSI.

Oltre agli standard, il comitato prepara anche specifiche, rapporti tecnici e linee guida per prodotti, servizi e interfacce. L'ETSI intrattiene inoltre una serie di collaborazioni con le organizzazioni influenti per lo sviluppo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione e quindi per il processo di sviluppo verso la società digitale.

L'ETSI è la piattaforma di osservazione e discussione più importante per comprendere il progresso tecnico e lo sviluppo del mercato delle TIC in Europa. Lo sviluppo tecnologico in questo settore, che al momento è uno dei più importanti per l'organizzazione e lo sviluppo della società, ha portato a un crollo dei prezzi, a una maggiore penetrazione e a un ventaglio più ampio di prodotti e servizi. Questo sviluppo avviene sempre di più su scala globale. Una mancanza di coordinazione con i Paesi limitrofi o un'insufficiente comprensione delle ripercussioni di queste nuove tecnologie rappresenterebbero un rischio per gli abitanti, le amministrazioni e i giustificati interessi nazionali.

Cos'è uno standard?

Uno standard descrive le caratteristiche tecniche e funzionali di un prodotto o di un servizio o specifica le interfacce tra prodotti e servizi che devono interagire tra loro. Queste norme si presentano in forma di specificazioni tecniche dell'architettura dei nuovi sistemi, di moduli e interazioni tra moduli. In questo modo vengono a crearsi importanti sinergie, i diversi partner si completano a vicenda e la collaborazione è regolata in modo più chiaro.

Di norma i lavori di normazione vengono avviati su iniziativa dell'industria. I documenti stilati (specificazioni, standard, rapporti tecnici o linee guida su sistemi, prodotti e servizi, la loro implementazione o collaudo) non sono in linea di principio vincolanti. Il loro contenuto può però servire come base per l'elaborazione o l'adeguamento della normativa di un Paese. Tali pubblicazioni possono quindi essere indicate in quanto riferimento nei documenti ufficiali.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/attivita-internazionali/attivita-dell-ufcom-nelle-organizzazioni-internazionali/etsi.html