L'UIT, trait d'union della società dell'informazione

L'UIT è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite e un'importante protagonista nel campo dell'evoluzione delle telecomunicazioni e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) nel mondo. Promuove lo sviluppo delle telecomunicazioni a livello internazionale e ricerca soluzioni volte a ridurre il divario digitale che separa i Paesi sviluppati da quelli meno sviluppati. L'UIT è inoltre un polo universale per la gestione dello spettro delle radiofrequenze e delle posizioni orbitali dei satelliti, nonché un forum mondiale che elabora norme tecniche che garantiscono l'interconnessione di sistemi di comunicazione.

Costituita nel 1865, l'UIT è l'organizzazione intergovernativa più datata nel campo della cooperazione tecnica. Conta oggigiorno 193 Stati membri e oltre 700 membri non statali (ONG, fabbricanti di apparecchiature, università, ecc.). La Svizzera, e in particolare l'UFCOM, prestano un contributo importante in seno all'UIT, la cui sede è a Ginevra.

L'UFCOM e l'UIT

L'UFCOM rappresenta la Svizzera in seno all'UIT, operando in stretta collaborazione con il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e gli attori attivi sui mercati svizzeri delle telecomunicazioni e delle TIC. È incaricato di esprimere le posizioni della Svizzera e di difendere i suoi interessi e quelli di Ginevra in quanto città internazionale. 

L'organo supremo dell'UIT è la Conferenza dei plenipotenziari, che si riunisce ogni quattro anni. L'UFCOM ha guidato la delegazione svizzera in occasione dell'ultima Conferenza dei plenipotenziari, svoltasi dal 20 ottobre al 7 novembre a Busan (PP-14). 

Il Consiglio, che costituisce l'organo direttivo dell'UIT, si riunisce annualmente a Ginevra nell'intervallo fra una Conferenza dei plenipotenziari e l'altra. In occasione dell'ultima Conferenza dei plenipotenziari, la Svizzera è stata rieletta fra i 48 Stati membri del Consiglio. Il suo statuto di Paese ospitante dell'Unione e il contributo costruttivo apportato dai delegati svizzeri ai lavori dell'UIT fanno sì che la Svizzera goda di una certa stima in seno al Consiglio. 

Il 17 maggio 2015, la Svizzera ha offerto un banchetto in occasione del 150esimo anniversario dell'UIT. Questo evento, che si è svolto a Ginevra e ha riunito 1000 persone, è stato organizzato dall'UFCOM insieme alla missione permanente della Svizzera presso l'Ufficio delle Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali con sede a Ginevra.

Attività e strutture dell'UIT

L'attività dell'UIT si svolge in tre importanti settori, nei quali anche l'UFCOM è attivo: 

  • il settore delle radiocomunicazioni (UIT-R), che ha l'obiettivo di assicurare l'utilizzo ragionevole, equo, efficace ed economico dello spettro delle radiofrequenze per tutti i servizi di radiocomunicazione, compresi quelli che utilizzano le posizioni orbitali dei satelliti, di effettuare studi e di adottare le raccomandazioni in materia di radiocomunicazioni; 
  • il settore della normalizzazione delle telecomunicazioni (UIT-T), composto di commissioni di studio che riuniscono esperti provenienti da tutto il mondo, il cui compito è quello di elaborare norme internazionali. Note come "Raccomandazioni UIT-T", esse ricoprono un ruolo centrale per l'infrastruttura mondiale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC); 
  • il settore dello sviluppo delle telecomunicazioni (UIT-D), che promuove la cooperazione e la solidarietà internazionali nell'ottica di fornire assistenza tecnica ai Paesi in via di sviluppo e di creare, sviluppare e ottimizzare le apparecchiature e le reti di telecomunicazione/TIC in detti Paesi. 

L'UIT dispone di un budget di circa 160 milioni di franchi l'anno.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/attivita-internazionali/attivita-dell-ufcom-nelle-organizzazioni-internazionali/l-uit-trait-d-union-della-societa-dell-informazione.html