UFCOM Infomailing 40

Edizione del 19.01.2016

Pari opportunità nel settore digitale: rinnovo degli impegni presi

A ottobre, i membri della Rete "Inclusione digitale in Svizzera" si sono riuniti a Bienne per rinnovare il loro impegno collettivo per le pari opportunità nel settore digitale e per presentare i progetti attuali, contribuendo così concretamente alla promozione di una società dell'informazione inclusiva (e-Inclusion) in Svizzera. La Rete è stata creata nel 2007 su iniziativa della Direzione operativa società dell'informazione dell'UFCOM.

Le storie di Internet si rinnovano

Con dei fumetti che raccontano le avventure in rete di una famiglia, l'UFCOM e i suoi partner intendono sensibilizzare la popolazione ai possibili pericoli derivanti dall'utilizzo di Internet. Alla realizzazione dell'opuscolo "Storie di Internet" hanno partecipato diverse istituzioni della Confederazione e dei Cantoni e Pro Juventute Svizzera. L'opuscolo è gratuito e disponibile in diverse lingue.

Big data: opportunità, rischi e necessità d'intervento della Confederazione

Il crescente utilizzo di dati in sempre più ambiti economici e sociali non presenta solo vantaggi ma ci confronta anche a nuove sfide. Uno studio della Scuola universitaria di Berna (Berner Fachhochschule) analizza opportunità e rischi legati ai big data per l'economia e la società in Svizzera, formula tesi per un buon governo dei dati (Good Data Governance) e identifica le necessità d'intervento dell'Amministrazione pubblica.

Passi avanti nella gestione globale della rete

La 54esima riunione dell'ICANN si è svolta a Dublino dal 16 al 22 ottobre 2015. Le discussioni erano incentrate sul rafforzamento della responsabilità (Accountability) dell'ICANN, condizione sine qua non per il trasferimento, previsto per settembre 2016, della vigilanza sull'ICANN, esercitata finora dagli Stati Uniti. Nel campo della responsabilità sono stati compiuti progressi significativi e nel complesso positivi per la Svizzera.

L'effetto del corpo umano sulle proprietà di trasmissione dei microfoni senza filo

L'attribuzione della banda 700 MHz alle comunicazioni mobili ridurrà ulteriormente lo spettro delle frequenze a disposizione dei microfoni senza filo. Per queste applicazioni saranno dunque necessarie nuove bande di frequenza. Occorre tenere presente che il corpo umano influenza in modo significativo le proprietà di trasmissione dei microfoni senza filo.

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/pagina-iniziale/l-ufcom/informazioni-dell-ufcom/ufcom-infomailing/bakom-infomailing-40.html