Organizzazione mondiale del commercio (OMC)

L'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) è l'unico organismo internazionale che regola le relazioni commerciali fra Stati a livello mondiale, ed è la chiave di volta legale e istituzionale per un sistema commerciale multilaterale. 

L'UFCOM e l'OMC

Il Segretariato di Stato dell'economia (SECO) è incaricato di rappresentare la Svizzera in seno all'OMC e coopera con l'UFCOM nei settori di competenza dell'Ufficio.

La Svizzera ha liberalizzato il suo mercato dei servizi di telecomunicazione, ma non quello audiovisivo.

A questo proposito, i servizi dell'UFCOM vigilano affinché in Svizzera siano garantiti la pluralità dei media e il finanziamento pubblico della radiodiffusione, conformemente alla politica del Consiglio federale in materia audiovisiva definita nel quadro della revisione della legge sulla radiotelevisione (LRTV).

Attività e struttura dell'OMC

Costituita il 1° gennaio 1995, l'OMC conta attualmente 161 Stati membri. Prima di quella data, esistevano soltanto norme che disciplinavano gli scambi di merci fra diversi Stati sulla base di un accordo «provvisorio», l'Accordo Generale sulle Tariffe ed il Commercio (General Agreement on Tariffs and Trade, GATT; 1947), che è stato recepito dall'OMC al momento della sua creazione. Questo accordo è noto con l'abbreviazione GATT 1994 e sostituisce l'accordo GATT 1947, diverso sul piano legale.

L'OMC gestisce e vigila su una trentina di accordi multilaterali e su due accordi plurilaterali (ossia accordi con una partecipazione volontaria/non obbligatoria, che si applicano unicamente ai loro cofirmatari nel settore dei mercati pubblici e del commercio di aeromobili civili). Sotto l'egida dell'OMC, le norme disciplinanti il commercio mondiale hanno dunque ampliato considerevolmente il proprio campo di applicazione. Gli accordi mirano alla liberalizzazione progressiva degli scambi internazionali, attualmente trattata nel quadro dei cicli di negoziati.

L'OMC è inoltre sede di negoziati multilaterali volti a sviluppare le relazioni economiche. I principali attori dell'OMC sono i membri stessi. I loro governi sono trattati in modo equo in seno agli organi supremi, ai diversi comitati e ai gruppi di lavoro dell'OMC. Tutte le decisioni importanti sono negoziate tra i membri, in condizioni il più trasparenti possibili, e sono generalmente adottate sulla base del consenso, sia a livello di ministri (in occasione della Conferenza Ministeriale, che si riunisce almeno una volta ogni due anni), sia a livello di delegati in seno alle commissioni permanenti dell'OMC. Le disposizioni fondamentali dell'OMC, in particolare, possono essere modificate soltanto dopo essere state approvate da parte di tutti i membri (entrata in vigore dopo la ratifica di ciascun membro secondo le procedure nazionali previste dalla rispettiva Costituzione).

A Ginevra sono attualmente in corso negoziati nell'ottica di ampliare la gamma di prodotti disciplinati dall'Accordo plurilaterale sulle tecnologie dell'informazione (ITA) e di concludere un accordo plurilaterale tra «volontari» vertente sul commercio di servizi (Trade in Services Agreement, TISA).

https://www.bakom.admin.ch/content/bakom/it/home/das-bakom/internationale-aktivitaeten/taetigkeiten-des-bakom-in-internationalen-organisationen/welthandelsorganisation.html